Noto, anniversario del sisma del 1693: “Nella ferita la cura”

Attualità, flash news, Notizie

L’Archeoclub di Noto, presieduto da Laura Falesi, anche quest’anno firma la manifestazione che nel ricordare il terremoto del 1693, che rischiava di cancellare le identità del Val di Noto, intende focalizzare degli aspetti, ogni anno diversi, per conoscere, scoprire e valorizzare, nel ricordo, ciò che la natura ha distrutto.
Tre le giornate dedicate alla V edizione de “Nella ferita la cura”; si inizia proprio nell’anniversario, ovvero, l’11 gennaio quando dalle alle 13 in Sala Gagliardi, a cura dell’INGV di Catania e dell’INAF di Noto, si terrà “Dentro il terremoto: percorso “animato” in realtà aumentata per la conoscenza e la riduzione dei danni non strutturali”, con gli esperti Susanna Falsaperla, Simona Caruso, Danilo Reitano, Riccardo Merenda e Pier Raffaele Platania. Di pomeriggio, nel Complesso Museale del Barocco, Chiesa Sant’Antonino, in via Garibaldi 1, alle ore 18 ci sarà il Concerto diCarlo Muratori Dies Irae “La cantata di li rujni”, con Maria Teresa Arturia, voce, fisarmonica e piano, e Francesco Bazzano alle percussioni.
Sabato 13 gennaio ore 9,30 nella Sala Gagliardi di Palazzo Trigona di Cannicarao, Convegno “Le concerie di Noto Antica”: l’apertura del Convegno sarà a cura della Presidente dell’Archeoclub Laura Falesi, poi ci sarà il saluto delle Autorità presenti, seguito da una serie di interventi che vedranno, nell’ordine: Antonino Attardo, Dirigente Servizio del Territorio di Siracusa ( La valorizzazione del paesaggio di Cava Carosello nel demanio forestale di Noto Antica), Luigi Lombardo, storico ed etnoantropologo (Conciare le pelli, un’antica arte), Sebastiano Primofiore, ricercatore di storia locale (Produzione e commercio del pellame a Noto Antica nel cinquecento: notizie), Rosario Pignatello, Cumo, e Giuseppe Libra, esperto in rilievi di monumenti antichi (Un progetto in fieri: documentazione grafica di alcune concerie di Noto Antica). Sempre nel corso della mattinata si potrà ascoltare musica sacra barocca, Arcangelo Corelli, Mario Capuana (Requiem) a cura di Cesare Calamaro, direttore, Corrada Fugà, soprano, Ermenegildo Mollica, tenore, Linda Rogasi, alto, Alfonso Lapira, basso, Joachim Klein, violoncello. Ed infine domenica 14 gennaio dalle ore 9.30 alle ore 13 “Passeggiata alle concerie di Noto Antica Valle del Carosello”.
Emanuela Volcan
Total Views: 177 ,

Comments

comments

Lascia un commento