Noto, inaugurata la mostra di Pablo Picasso al Convitto delle Arti

Arte, Attualità, Cultura, Eventi, flash news, Notizie

“In un continuo crescendo di iniziative di alto valore culturale, Noto ospita per il terzo anno consecutivo una mostra di un grande artista di livello mondiale – dichiara il Sindaco della Città di Noto, Corrado Bonfanti-. Dopo Andy Warhol e Marc Chagall (quest’ultimo proposto, in un intreccio artistico molto evocativo, con Ottavio Missoni), quest’anno abbiamo il piacere di ospitare una esposizione particolarmente significativa di Pablo Picasso. Il numero e l’importanza delle opere dimostrano che si tratta di una grande operazione culturale. Inoltre il sapiente allestimento di un percorso artistico, capace di dar voce alla poliedrica modalità espressiva del grande maestro mi danno il senso di una celebrazione dell’autore fuori dagli schemi convenzionali e già sperimentati. Perché il risultato dell’iniziativa sia efficace, abbiamo voluto migliorare ulteriormente gli spazi espositivi del “Convitto delle arti” per offrire ai visitatori servizi sempre più moderni ed innovativi, cercando di migliorare questo contenitore artistico che oggi si pone fra i più interessanti e vivaci della Sicilia”. La conferenza stampa di presentazione, ospitata in Sala degli Specchi a Palazzo Ducezio, seguita dal taglio del nastro ha visto Sindaco ed Assessore alla Cultura Frankie Terranova illustrare la grande esposizione di quest’anno.
“Aver deciso di proporre una serie di opere di differenti periodi che testimoniano il travagliato percorso dell’artista – ha spiegato l’Assessore Terranova-, aver voluto mostrare la sua abilità nelle differenti tecniche espressive, dagli olii alle acquetinte, dalle ceramiche ai disegni, denotano un grande coraggio dei curatori ma anche una precisa scelta che vuole esaltare dell’artista spagnolo la ricerca e la passione per i differenti percorsi dell’arte che portano comunque tutti alla Bellezza, ai differenti modi di raccontarla e alle differenti modalità di leggerla nelle cose e negli accadimenti; o al contrario – per una specie di legge del contrappasso – di porla come orizzonte di senso quando ci si allontana da essa con azioni e opere che vanno nelle direzione opposta, e per questo oggetto di critica e denuncia”.
Dunque la mostra “Picasso è Noto”, al Convitto delle Arti Noto Museum dal 28 marzo al 30 ottobre 2018, è un percorso completo dell’opera di Pablo Picasso che va alla scoperta delle passioni che hanno accompagnato il grande artista spagnolo in tutta la sua vita e nell’evoluzione del suo linguaggio artistico. Con la collaborazione dell’Assessorato Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana e della Città di Noto l’esposizione è prodotta da Fenice Company Ideas, Contemplazioni, insieme con Comediarting. Articolato l’intervento proprio di Gianni Filippini che ha parlato di un percorso decennale con l’Amministrazione di Noto che prevede già altri importantissimi step, come il restyling del prospetto esterno del Teatro “Tina Di Lorenzo”; completo ed assai interessante anche l’intervento di Lola Durán Úcar, curatrice della mostra. Le 208 opere esposte al Convitto delle Arti Noto Museum raccontano così tutti i temi più cari a Pablo Picasso come la sua interpretazione della realtà con il teatro e il circo, amati sin dagli inizi della sua vita parigina insieme all’amico Gershwin, oltre alla massima espressione della sua passione più grande: la tauromachia. “Lui, unico artista del Novecento che ha saputo trattare tutte le tecniche ascrivibili al mondo dell’arte al massimo livello, è stato considerato un “genio” proprio perché non si è mai fermato davanti a nulla, mettendosi in gioco e sperimentando fino alla vecchiaia”. Questa mostra aiuta a capire la complessità di Picasso, figura chiave del panorama artistico del secolo scorso che ancora influenza l’arte e per quantità di opere e presenza di tutte le tecniche affrontate dal genio spagnolo, “Picasso è Noto” è un’occasione unica per la città di Noto e per la Sicilia.
Total Views: 324 ,

Comments

comments

Lascia un commento